Tutto è scritto nel nostro radix

Il nostro radix descrive in modo chiaro e cristallino chi siamo, quale storia abbiamo scritto e quali sono la nostra morale e le nostre convinzioni. Coloro che propagandano l’astrologia rivista come una grande conquista dell’astrologia devono essere convinti che non ci sono state vite passate attraverso le quali abbiamo forgiato il nostro destino di essere nati sotto queste o quelle stelle attualmente.

Se questa storia esiste e se si conosce la storia della propria esistenza, allora si può vedere chiaramente dal proprio oroscopo che la virtù e il vizio, la fede e la moralità, così come il nostro rapporto con Dio, sono molto scritti nel nostro radix.

L’astrologia rivista è in realtà un’astrologia relativizzante che sfida qualsiasi giudizio moralmente discriminante di un radix. L’astrologia revisionata è un’astrologia incompleta, perché manca la dimensione spirituale che permette all’uomo di comprendere il suo destino e il motivo per cui si trova attualmente di fronte a questo o quel karma a causa della sua natura e delle sue convinzioni. L’astrologia rivista non è in grado di dare all’iniziato i segni che possono indicare la via della purificazione e dell’iniziazione.

Si guarda solo un lato della medaglia, perché la verità dell’esistenza di Dio, così come la caduta all’inferno, fa male. Si preferisce l’illusione e si preferisce non credere in nulla, per potersi sentire liberi nell’illusione di modellare la propria vita come la si immagina. Dio, la predestinazione, la preveggenza, la missione o il destino non trovano posto nella visione del mondo dell’astrologia rivista. Tuttavia, tutto lo spazio viene dato al libero arbitrio dell’uomo, indubbiamente esistente. È simile alla controversia Peligiana.

Tuttavia, l’astrologia della reincarnazione dimostra il contrario, ossia che il nostro radix è il destino. Il nostro libero arbitrio decide se vivere e realizzare il nostro destino o se vivere il nostro destino come un destino.